Cos'è la Cessione del Quinto?

La cessione del quinto è una formula di finanziamento dedicata a tutti i lavoratori dipendenti pubblici, ministeriali, di aziende private spa, srl e cooperative ed ai pensionati. Si tratta di un tipo di prestito che prevede l'erogazione della somma di denaro direttamente al richiedente mediante assegno circolare o bonifico ed il rimborso delle rate avviene tramite una trattenuta automatica direttamente in busta paga (o sulla pensione)

A questo finanziamento si accede facilmente perchè è un DIRITTO di ogni lavoratore dipendente (pubblico o privato, impiegato, operaio o professionista con busta paga) che, percependo uno stipendio, abbia accumulato il TFR (Trattamento di fine rapporto di lavoro o fondo di liquidazione o più semplicemente buonuscita).

È un prestito non finalizzato: ciò significa che, a differenza dei prestiti al consumo, la somma erogata non è destinata all'acquisto di un determinato bene (auto, casa, viaggio, gioielli, etc.) e non viene richiesta alcuna informazione sulla destinazione del finanziamento, con l'esenzione dal presentare garanzie aggiuntive (ipoteche, firme di parenti, garanti o fidejussori).

Possono ottenere il prestito anche tutti coloro che hanno avuto ritardi nei pagamenti o che sono stati protestati o segnalati come cattivi pagatori nelle banche dati che forniscono referenze creditizie.


CHE CIFRA TI SERVE?


Cessione del Quinto della Pensione

Tutti i titolari di pensione, anche di reversibilità, siano esse corrisposte dall' INPS, INPDAP, IPOST, ENASARCO, ENPALS, INPDAI, o da altre casse pensionistiche, possono, oggi, ottenere in maniera facile e sicura un finanziamento.
Il Regolamento approvato dal DM n.313/2006 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 32 del 08.02.07 rende operativo quanto previsto dal decreto legge 14.3.05, n. 35, convertito, con modificazioni, dalla legge 14.5.05, n. 80, estendendo la cessione del quinto anche ai pensionati. Si tratta di una formula di prestito che prevede l'erogazione della somma di denaro richiesta direttamente al pensionato mediante assegno circolare o bonifico ed il rimborso delle rate avviene tramite trattenuta automatica applicata direttamente sulla pensione, per cui, non occorre essere intestatari di un conto corrente e non è necessaria alcuna firma di garanzia. L'importo mensile della pensione non deve essere inferiore a cinquecentottanta euro e non sono assumibili le pensioni sociali, d'inabilità e di invalidità civile.

La somma ottenibile parte da un minimo di 2.500€ ad un massimo di 70.000€, l'importo della rata non può superare un 1/5 della pensione mensile netta. La durata del piano di rimborso varia da 24 a 120 mesi, ed è personalizzabile secondo l'età del pensionato che deve terminare l'operazione entro i 85 anni. Per ottenere il finanziamento è sufficiente produrre un documento d'identità valido, la tessera sanitaria ed il CUD completo. Non occorre motivare la richiesta. Possono ottenere questo tipo di prestito anche tutti quei pensionati che hanno avuto ritardi nei pagamenti, protesti o sono stati segnalati nelle banche dati.


RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO


Hai bisogno d'aiuto?

Chiama i nostri consulenti al numero verde gratuito 800.462.330